Ogni volta che mi chiedono quanto costa rifare il bagno, rispondo che tutto dipende da alcuni aspetti da definire nel dettaglio prima di iniziare, in modo da evitare brutte sorprese durante i lavori.

Prima di mostrarti un esempio pratico su quanto costa rifare il bagno, una breve premessa.

Ristrutturare il bagno può usufruire di agevolazioni fiscali, permettendoti di risparmiare il 50% di tutta la spesa, ma non sempre.

Le normative sono in continuo aggiornamento ma,  in generale, se vuoi sostituire solo i rivestimenti e i sanitari senza modificarne la posizione e senza intervenire sugli impianti idraulici e sulle tubature l’operazione è considerata manutenzione ordinaria e non usufruisce di sconti.

Se invece si interviene anche sugli impianti, quindi se si rifanno le tubature, il massetto oppure se l’operazione bagno rientra all’interno di lavori più ampi considerati manutenzione straordinaria o ristrutturazione (come lo spostamento o la realizzazione di una parete in casa) usufruirai delle agevolazioni.

HAI GIÀ SCARICATO LE RISORSE IN REGALO PER MIGLIORARE LA TUA CASA PASSO PASSO? LE TROVI QUI

In questo caso va anche redatta la pratica adeguata da presentare in comune.

Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, ai fini della detrazione è possibile considerare anche le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse e le spese per l’acquisto dei materiali.

Quindi, quanto costa rifare il bagno con le detrazioni?

Se rinnovi il bagno, modificando anche gli impianti, del tutto o in parte, la posizione dei sanitari, o l’operazione rientra in lavori più ampi che usufruiscono di agevolazioni, potrai detrarre il 50% dell’importo dei lavori, dei materiali utilizzati e delle spese di progettazione.

Per i lavori strettamente edili, gli impianti, i massetti, la posa delle piastrelle eccetera, chiedi più preventivi per poterli confrontare tra loro e decidere quale fa al caso tuo, come ho spiegato in questo articolo.

In generale, diffida totalmente da chi ti propone prezzi stracciati, rifare il bagno non costa così poco come molti tentano di farti credere.

Se vedi in giro “magiche offerte” a 1000 o 2000 euro, stai alla larga, perché sono fuffa. Se vuoi che il tuo bagno funzioni  e non si spacchino tutti i tubi dopo 5 minuti. 

In ogni caso, ti mostrerò un esempio di un preventivo veritiero su quanto costa rifare il bagno realmente tra pochissimo.

Poi, preparati per la parte più divertente ed entusiasmante. 

La scelta di rivestimenti, materiali e arredi.

Questa fase è fondamentale perché puoi darti un budget e decidere di conseguenza, a seconda dei tuoi desideri e delle tue esigenze: c’è chi si concentra sul lavabo e desidera l’ultimo modello di tendenza, o chi invece sogna la vasca idromassaggio, o chi altro non è per niente interessato alla scelta dei sanitari, ma piuttosto a quella del rivestimento, di un arredo o di uno specchio particolare.

In commercio esistono ormai migliaia di tipologie di rivestimenti, sanitari e accessori, adatti a tutti i gusti e tutte le tasche, da quelli più classici ai più tecnologici, a quelli coloratissimi, originali ed estrosi.

Quindi, prima di capire quanto costa rifare il bagno, pensa ai tuoi sogni e alle tue esigenze, datti un budget e decidi su cosa sei disposto a spendere di più e su cosa di meno.

Questo ti aiuterà moltissimo durante la scelta, ti eviterà di perdere tempo a valutare soluzioni non appropriate o a spendere più soldi del previsto per gli aspetti che ritieni meno importanti.

VUOI VIVERE UNA CASA PIU’ BELLA, COMODA E ACCOGLIENTE? ACCEDI ALLA GUIDA PRATICA IN REGALO PER TE CLICCANDO QUI

Quanto costa rifare il bagno? Caso studio: un piccolo bagno di circa 1,5 X 2,5 mq:

Ecco un esempio pratico su quanto costa rifare il bagno. Un caso di ristrutturazione completa che mi è capitato di seguire di recente. Considera ovviamente che anche a seconda delle dimensioni del bagno il prezzo varia notevolmente.

In questo caso il committente si è concentrato soprattutto sul vetro doccia, i rivestimenti e lo specchio, perché li riteneva gli elementi fondamentali, quelli su cui era disposto a spendere di più, ed ecco quanto ha speso in totale.

Il costo delle opere edili è stato:

– Demolizione di pavimento e rivestimenti, del massetto, rimozione della vasca, del lavabo e dei sanitari: 738 €

– Posa in opera del nuovo massetto, dei rivestimenti, dell’intonaco, dei sanitari: 653 €

– Realizzazione impianto idrico: 1980 €

– Totale opere edili:3371 € + 10% iva (per manutenzione straordinaria) = 3708 €

Con detrazione: 3371/2 = 1854 €

Sanitari, rivestimenti, complementi:

– Lavabo, wc e bidet: 470 €

– Piatto doccia: 250 €

 – Vetro doccia: 400 €

– Specchio: 220 €

– Rubinetteria: altri 150 € circa

– Totale sanitari: 1490 € + iva 22% = 1818 €

Con detrazione: 1818/2 = 909 €

Piastrelle:

– 40 €/mq x 15 mq circa di rivestimento totale (pavimento e pareti).

Totale rivestimenti: 600 € + iva 22% = 732 € circa

Con detrazione: 732/2 = 366 €

In totale, quindi, ecco la spesa:

– Subito: 3708 + 1818 + 732 = 6258 €

Ma verrà restituita esattamente la metà, sottraendola dalle tasse.

Quindi, effettivamente, la spesa sarà: 3129 €.

Riassumendo: quanto costa rifare il bagno?

La maggior parte delle persone che mi chiedono quanto costa rifare il bagno, crede che sarà il muratore di turno a decidere il prezzo.

Niente di più sbagliato. Se ci pensi bene, molte spese dipendono in gran parte da te, sei tu a controllarle. I rivestimenti, i sanitari, le rubinetterie, gli accessori, e via dicendo.

Potresti avere un bagno completamente nuovo e di tutto rispetto con una spesa contenuta, o decidere che dovrà diventare la stanza più bella della casa e investirci tutti i soldi e la fantasia che hai.

Ed ora? Se oltre a quanto costa rifare il bagno, vuoi sapere come rinnovare o ristrutturare la tua casa senza fare errori, scarica qui la guida in regalo per renderla davvero bellissima senza sottovalutare alcun aspetto. 

ACCEDI A TUTTI I REGALI PER TE CLICCANDO QUI