Blog

I dettagli fanno la differenza: come utilizzare i complementi di arredo?

La tua casa ti sembra un pò noiosa? Ecco come rendere i tuoi ambienti più belli, personali e accoglienti lavorando solo sui piccoli dettagli, ovvero: i complementi di arredo.

I complementi di arredo sono un aspetto importantissimo in casa, troppo spesso sottovalutato, che aiutano a valorizzarne l’aspetto e a correggere piccoli o grandi difetti in modo rapido ed efficace.

Ma cosa sono i complementi di arredo?

Sono tutti quegli elementi non indispensabili dal punto di vista funzionale a casa. Cioè, anche se non ci fossero, riusciremmo comunque a svolgere le nostre attività quotidiane senza grossi problemi.

Ad esempio, NON sono complementi di arredo i grandi arredi fissi come la cucina, i sanitari del bagno, armadi e mobili contenitori, il divano, il letto, il tavolo per consumare i pasti, eccetera.

I complementi di arredo, invece, lo dice la parola stessa, aiutano a completare l’arredamento.

Sono piccoli oggetti a supporto delle attività che svogliamo ogni giorno e, allo stesso tempo, hanno una grande valenza estetica e decorativa. 

Tende, cuscini, tappeti, vasi, cornici, stampe, lampade, specchi e perfino le piante possono fare la differenza, migliorando l’aspetto di casa in un istante e con pochissima spesa.

Inoltre, se li utilizzi nel modo giusto sono dei validissimi alleati per nasconderne i difetti, come ad esempio un tipo di rivestimento o un mobile che proprio non ti piacciono.

E’ molto importante però sceglierli con consapevolezza, altrimenti rischi di ottenere l’effetto opposto, cioè di rendere la casa disordinata, pesante o addirittura kitsch.

Come scegliere i complementi nel modo giusto?

E’ molto importante, prima di lanciarti nella scelta e acquistare i complementi un pò a caso, che ti soffermi un attimo a capire quali sono quelli più adatti a te e alla tua casa.

Innanzitutto è fondamentale capire quale difetto vorresti nascondere o quale aspetto valorizzare, in modo da scegliere i complementi giusti e sfruttarli al massimo delle loro possibilità.

Osserva attentamente casa: pavimenti, rivestimenti, finiture, colori e arredi già presenti, dimensioni degli ambienti, luce naturale.

Cosa c’è che stride? Di conseguenza, come puoi intervenire?

Un primo aspetto è sicuramente il colore.

Ad esempio, se hai dei pavimenti e dei rivestimenti piuttosto scuri e cupi, puoi utilizzare i complementi per contrastarli.

Utilizzando tende, cuscini, tappeti di una nuance più chiara e luminosa. E viceversa.

Oppure, se vuoi aggiungere colore perché il tutto ti sembra un pò spento, usa qualche complemento dai toni più accesi.

Fai attenzione che ben si integri ai colori già presenti in casa e, se non sei esperto in materia di colore, cerca di non creare troppi contrasti e di non usare troppi colori differenti, o rischi di ottenere un effetto disordinato e pesante.

Al contrario, se un ambiente ti sembra un po’ asettico, troppo chiaro e neutro, puoi sperimentare con colori più forti, o scegliere il tuo preferito in differenti tonalità e utilizzarlo per lampade, vasi, cornici e piccoli oggetti da disporre in giro per la casa.

Non mischiare troppi stili.

Inizialmente cerca di seguire un stile, o piuttosto una tendenza di arredo, senza mischiarne di troppo differenti, in modo da facilitarti nella scelta e ottenere un risultato più omogeneo e armonioso.

Ti piace lo stile etnico, moderno, o quale altro? Innanzitutto rifletti se è adatto all’aspetto generale di casa tua e al risultato che vuoi ottenere. Rischia di appesantirla o ti aiuterà a valorizzarla?

Prenditi un po’ di tempo, comincia a raccogliere immagini e osservale sempre quando sei dentro casa, per avere un immediato confronto con l’ambiente che dovrà accoglierli.

Se vuoi qualche suggerimento su quale stile scegliere in base alla tua personalità, puoi leggere anche questo post.

Anche la dimensione dell’ambiente è molto importante.

Se una stanza è piuttosto piccola, puoi utilizzare gli specchi per moltiplicarne visivamente le dimensioni. Scegli inoltre complementi dalle line semplici ed essenziali e colori tenui per non rimpicciolirla ancor di più.

Per gli ambienti molto grandi, invece, i complementi ti aiuteranno a caratterizzarli o a riempire le zone che ti sembrano più vuote e monotone.

Evita però l’effetto troppo pieno.

Non inserire troppi complementi, cornici o decorazioni solo per la fretta di completare una zona o per il “panico da parete vuota”.

Altrimenti rischi di ottenere un effetto disarmonico e disordinato.

Ad esempio, invece di mille cuscini per il divano, scegline pochi, più grandi e d’effetto. Lo stesso vale per le stampe e le cornici sulle pareti o altre decorazioni come vasi, specchi e via dicendo.

Se ti concentrerai su questi aspetti riuscirai davvero a migliorare la situazione in modo rapido ed efficace, lavorando solo su piccoli dettagli.

Hai già scaricato la guida in regalo? Trovi tre regole molto pratiche da seguire per rendere più bella, comoda e accogliente tutta la tua casa, senza sottovalutare alcun aspetto.

Scaricala qui sotto!

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.