Blog

Come arredare un balcone? 5 consigli per la tua oasi verde

come arredare un balcone

Come arredare un balcone per valorizzarlo al massimo e trasformarlo nella tua piccola oasi verde di relax, pace e bellezza?

Beh, se hai un balcone, o più di uno, merita sicuramente di essere valorizzato, al pari di ogni altra stanza della casa!

Ecco quindi cinque regole pratiche su come arredare un balcone in modo impeccabile e renderlo una piccola stanza in più all’aperto. Sì, anche se è piccolissimo!

Se invece hai un terrazzo più grande, ti consiglio di leggere anche questo post dove ti dò alcuni suggerimenti per arredarlo e organizzarlo al meglio in modo da creare maggiore continuità tra l’interno e l’esterno di casa.

Ah, e ricordati, se non l’hai già fatto, di scaricare qui la mia guida in regalo per te, che ti aiuterà a rendere tutta la tua casa bellissima e accogliente seguendo tre regole molto importanti dell’interior design di casa, ma che praticamente tutti sottovalutano!

come arredare un balcone

Bene, ecco quindi cinque regole pratiche su come arredare un balcone in modo creativo, elegante e non scontato.

Come arredare un balcone? Regola 1: la forma fa la differenza.

La prima regola su come arredare un balcone senza sbagliare riguarda sicuramente la sua forma.

Prima di lanciarti ad acquistare piante, arredi o decorazioni, osserva bene e con attenzione come è fatto il tuo balcone.

E’ rettangolare? magari lungo e stretto? Quanto è largo? Ha invece una forma più quadrata? Comunica con altre stanze di casa? Se sì, quali?

Poi individua se, oltre al parapetto, ci sono delle pareti libere e sufficientemente grandi che potresti sfruttare.

Spesso infatti il balcone si estende oltre la porta finestra di accesso. A volte percorre un’intera parete esterna, mettendo in comunicazione più stanze della casa.

In questo caso, individua le pareti che potresti utilizzare per metterci una bella parete verde, dei rampicanti, o semplicemente qualche arredo a servizio della stanza più vicina.

Se il tuo balcone ha una forma lunga e stretta, ti consiglio di valorizzare soprattuto i bordi.

Posiziona le piante e i fiori lungo il perimetro del parapetto, e lascia libero lo spazio restante. In questo modo arricchirai il tuo balcone di colori, senza rubare spazio di passaggio, che in caso di un balcone lungo e stretto è spesso ridotto al minimo.

In alternativa, puoi sfruttare il bordo per attrezzarlo con sistemi di arredo ad hoc. Ad esempio, potresti realizzare un bancone per la colazione all’aperto, o per allestire l’aperitivo con gli amici.

Se invece il tuo balcone ha una forma più quadrata e la larghezza te lo permette, puoi dedicare una porzione del balcone ad una funzione particolare.

Puoi realizzare una piccola zona pranzo, un solarium per prendere il sole, o una zona relax con un tavolino e qualche cuscino adatto per l’esterno. Via libera alla fantasia, anche a seconda dei tuoi desideri su come vorresti sfruttare questo spazio.

Se hai una parete libera, valorizzala. Con una bella panca, qualche arredo contenitore, oppure realizza una parete verde verticale.

In questo caso, cerca di occupare tutto il muro con un’unica soluzione di arredo, per un risultato più elegante ed omogeneo.

Come Arredare un balcone? Regola 2: la vista sull’esterno.

Il secondo consiglio su come arredare un balcone riguarda il parapetto e la vista sull’esterno.

Innanzitutto, che cosa vedi fuori? Se il tuo balcone si affaccia su una zona verde o piacevole alla vista, allora ti sconsiglio di schermarlo eccessivamente. Scegli soluzioni di arredo e piante più basse, concentrati su come valorizzare l’interno del balcone invece del bordo.

Al contrario, se di fronte a te vedo un brutto condominio, una strada trafficata, o semplicemente qualcosa che non ti piace, utilizza il bordo per schermarti e creare un filtro con l’esterno.

Come arredare un balcone? Regola 3: le piante giuste a seconda dell’esposizione.

Il terzo consiglio su come arredare un balcone è sulla scelta delle piante giuste.

Valuta innanzitutto l’esposizione solare del tuo balcone, e utilizza delle essenze adatte, per non rischiare di danneggiare le piante.

Puoi anche scegliere un tema per caratterizzare il tuo balcone, a seconda delle tue essenze preferite o dell’effetto che vuoi ottenere.

Ad esempio: vuoi realizzare un piccolo orto all’aperto? Oppure utilizzare solo piante grasse, perché magari non hai per niente il pollice verde?

Ancora, puoi pensare di utilizzare solo graminacee, oppure solo fiori di diverse specie ma tutti quanti del tuo colore preferito.

come arredare un balcone

Regola 4: evita l’effetto patchwork.

Quarto consiglio su come arredare un balcone: evita di utilizzare vasi e vasetti di mille dimensioni e colori differenti. Lo stesso vale per gli arredi e i complementi che inserisci.

Cerca di seguire uno stile, un paio di colori e materiali, senza realizzare aggiunte a casaccio e senza criterio.

Sicuramente puoi ispirarti agli interni di casa, per creare maggiore continuità. Inoltre, ti consiglio di osservare bene anche i materiali già presenti nel tuo balcone (il pavimento, il parapetto…) per scegliere soluzioni che ben si armonizzino al contesto.

In questo modo eviterai l’effetto patchwork, ovvero un effetto finale realizzato “per aggiunte successive”, che renderà il tuo balcone disordinato e poco elegante, senza un’idea e un progetto d’insieme.

Ecco una bella idea su come arredare un balcone con un’unica soluzione di arredo fatta con assi in legno qui e un’altra idea su come arredare un balcone inserendo una grande parete verde qui.

Regola 5: tende e schermature? Sì, ma devono essere impeccabili.

Il quinto e ultimo consiglio su come arredare un balcone riguarda le schermature. Se hai la necessità di ripararti dal sole, soprattutto nei mesi più caldi, puoi sicuramente valutare di inserire qualche schermatura. Ma fai attenzione a due aspetti.

Il primo riguarda i regolamenti del tuo comune. Se vuoi realizzare pergolati o schermare il balcone per realizzare ad esempio una piccola veranda, ricordati di verificare se e quale tipo di permesso serve. Anche gli spazi esterni sono regolamentati, come qualsiasi intervento all’interno di casa. Quindi, informati bene per evitare multe e sanzioni!

Il secondo aspetto su come arredare un balcone attraverso tende o schermature riguarda l’effetto estetico finale. Se scegli una tenda, evita quei tendoni effetto circo a righe o dai colori improbabili.

Prediligi soluzioni essenziali, dai colori chiari e neutri, il risultato sarà molto più elegante. Inoltre, i colori chiari attirano meno il sole, e ne guadagnerai anche dal punto di vista del benessere.

Riassumendo, i miei cinque consigli su come arredare un balcone.

  • Osserva bene la forma del balcone. Valorizza soprattutto il bordo se è molto stretto. Scegli una zona da arredare e allestire ad hoc se invece è quadrato e più largo. Individua se hai una parete libera da sfruttare e valorizzala.
  • Osserva cosa vedi fuori. Non schermarti eccessivamente se hai una bella visuale. Al contrario, realizza un filtro se affacci su un strada trafficata o vuoi nascondere la vista di qualcosa di brutto e sgradevole.
  • Scegli le essenze giuste a seconda dell’esposizione solare e valuta anche la ventilazione, prima di acquistare le tue piante. Scegli un tema da seguire, per un effetto più omogeneo e gradevole.
  • Evita l’effetto patckwork e prediligi soluzioni di arredo e di verde continue, senza utilizzare troppi stili, materiali e colori diversi.
  • Se vuoi utilizzare tende o schermature, informati prima sulle normative. Prediligi soluzioni essenziali e dai colori tenui. In questo modo il balcone avrà un effetto molto più naturale ed elegante.

E tu? Come hai arredato il tuo balcone? Hai altre domande da farmi a riguardo? Fammelo sapere nei commenti!

E se oltre a come arredare un balcone, vuoi imparare le regole fondamentali per trasformare tutta la tua casa nel luogo bellissimo e accogliente che desideri, senza sottovalutare alcun aspetto, ricordati di scaricare la mia guida in regalo per te qui sotto!

come arredare un balcone

Comments

comments