Come arredare lo studio di casa e, in generale, il nostro spazio dedicato al lavoro, alla concentrazione e alla creatività?

Dallo scorso 2020 le nostre case si sono improvvisamente trasformate in uffici e studi. Ma anche luoghi dove seguire lezioni, corsi o fare meeting con i colleghi allo stesso tempo.

Per molti questa non è stata una grossa novità, in quanto sempre più persone lavorano da casa e tutto quel che serve loro è una semplice connessione internet.

Tuttavia, come scoprirai tra poco, la connessione non basta a favorire la concentrazione, la produttività e permetterti di lavorare con il massimo del comfort.

Per altre persone, invece, questa nuova situazione da affrontare è stata come un fulmine a ciel sereno.

Molti si sono ritrovati improvvisamente a organizzare il proprio ufficio sul tavolo del soggiorno, mentre i figli studiavano in cucina.

O addirittura a utilizzare la camera da letto perché tutte le altre stanze erano occupate dagli altri membri della famiglia.

Probabilmente però ti sarai accorta, accorto anche tu, che questa situazione in futuro potrebbe diventare, anche se non totalmente, una nuova normalità.

Molte aziende stanno infatti pensando di adottare lo smartworking come pratica, se non abituale, almeno parziale.

Si sono accorte infatti che il lavoro da casa ha anche degli aspetti positivi.

Se organizzato bene, non solo funziona, ma si risparmiano molti costi di gestione e si guadagna in spostamenti, traffico e tempo, facendo bene anche all’ambiente e lasciandoci più tempo libero .

Ho deciso quindi di scrivere questo post e darti alcuni consigli su come arredare lo studio di casa perché ti permetta di lavorare con la massima produttività e per renderlo uno spazio accogliente e bellissimo al pari delle altre stanze di casa tua.

HAI GIA’ SCARICATO LE RISORSE IN REGALO PER MIGLIORARE LA TUA CASA PASSO PASSO? LE TROVI QUI

Primo consiglio su come arredare lo studio di casa: la posizione della scrivania.

La scrivania è sicuramente l’arredo più importante e il primo che dovresti posizionare all’interno della stanza se stai cercando di capire come arredare lo studio di casa tua al meglio.

Perché?  Beh perché è la postazione dove passi la maggior parte del tuo tempo e, di conseguenza, vogliamo che questo tempo sia trascorso con il massimo del benessere possibile.

Questo discorso vale anche per altri arredi fissi dove trascorriamo molte ore, come il letto, il divano, il tavolo da pranzo, e che quindi hanno bisogno di condizioni al contorno molto particolari.

Evita innanzitutto di posizionare la scrivania rivolgendo le spalle alla porta o alla finestra.

Questo perché il nostro corpo, per concentrarsi o rilassarsi, ha un estremo bisogno di sentirsi protetto e al sicuro.

Se quindi lavori con le spalle rivolte verso un’apertura rischi di non riuscire a concentrarti completamente, perché potrebbe innescarsi una reazione di allerta che ti terrà occupato a controllare i punti di accesso alla stanza. 

Prediligi invece una postazione con le spalle rivolte verso una parete.

Magari arredata con una bella libreria, ma che ti permetta di vedere cosa succede intorno a te e fuori. 

Inoltre, evita di creare la tua zona studio in uno spazio troppo angusto, stretto, o dal soffitto troppo basso, perché in ambienti del genere non ti sentirai a tuo agio e il tuo benessere lavorativo ne potrebbe risentire.

ACCEDI ALLE RISORSE IN REGALO PER TE QUI

Secondo consiglio su come arredare lo studio di casa: organizzazione di libri, documenti e cancelleria.

L’organizzazione di documenti, libri e cancelleria è fondamentale per avere tutto a portata di mano senza fatica.

Allo stesso tempo, ti evita quella sensazione di disordine o caos che distrurba la concentrazione e la chiarezza mentale.

Lo spazio dedicato a documenti e libri dovrebbe essere facilmente raggiungibile dalla tua postazione, senza dover percorrere chilometri e chilometri.

Allo stesso tempo, cassetti o contenitori a portata di mano favoriranno la comodità dei tuoi movimenti.

Se hai un libreria a vista, puoi fare sì che tutto sia perfettamente in ordine attraverso dei bei raccoglitori e portadocumenti.

Ti eviteranno di sparpagliare fogli qua e là e, allo steso tempo, l’effetto finale sarà più ordinato ed armonioso.

Nel caso dei cassetti, la prima regola è evitare di accumulare troppe cose inutili.

Dedicati a un bel decluttering della cancelleria che non usi e suddividili in scomparti più piccoli per trovare al volo tutto ciò che ti serve.

ACCEDI ALLE RISORSE IN REGALO PER MIGLIORARE LA TUA CASA QUI

Terzo e ultimo consiglio: un’atmosfera accogliente con i colori e gli arredi giusti per te.

Ultimo ma non ultimo, anche l’occhio vuole la sua parte.  

Lavorare in uno spazio che ti piace, che percepisci in sintonia conte, arredato e organizzato con i colori, le forme, gli arredi e i complementi giusti, ti trasmetterà una sensazione più piacevole, e ti permetterà quindi di essere più produttivo e creativo allo stesso tempo.

Quindi, evita di inserire colori troppo cupi o spenti, che potrebbero trasmetterti un senso di pesantezza o tristezza.

Prediligi invece tonalità che senti in sintonia con te e che ti trasmettano emozioni gradevoli e positive.

Ricordati di non esagerare con il bianco, che potrebbe farti percepire l’ambiente come freddo e inospitale.

Se vuoi approfondire l’argomento colori e riflettere meglio su quelli più adatti a te ti consiglio di leggere anche questo articolo.

Infine, ricordati di donare un tocco di personalità al tuo studio con i complementi di arredo giusti, per valorizzarlo e personalizzarlo al massimo (qui ti avevo dato qualche consiglio pratico a riguardo).

Ricapitolando, come arredare lo studio di casa:

Individua come prima cosa la posizione della scrivania, in modo che ti faccia sentire in completo relax.

Evita gli spazi angusti, troppo stretti o dai soffitti troppo bassi.

Organizza ciò che utilizzi maggiormente e ti serve tenere a portata di mano in modo comodo e agevole da raggiungere.

Mantieni la stanza in ordine e ben organizzata per favorire la concentrazione e la creatività.

Scegli colori e arredi in armonia tra loro, evita colori cupi o spenti, in modo da favorire un’atmosfera gradevole e lavorare con maggiore benessere.

E se oltre a questo consigli su come arredare lo studio di casa vuoi conoscere tutti gli aspetti più importanti per migliorare tutta la tua casa senza rischiare di sbagliare, scarica qui le risorse in regalo che ho preparato per te.

Intanto ti mando un saluto e…alla prossima!

ACCEDI QUI ALLE RISORSE IN REGALO PER TE