Come utilizzare l’armadio a ponte?

Se stai pensando di inserire un armadio a ponte in camera da letto, questo articolo fa per te.

Ti darò infatti alcuni consigli molto pratici per utilizzare l’armadio a ponte in modo diverso da come sei abituato a immaginarlo, per rendere la tua camera da letto bellissima e accogliente allo stesso tempo.

Devo confessarti, infatti, che l’armadio a ponte è un tipo di arredo solitamente non consiglio ai miei clienti, e tra poco ti spiegherò anche i motivi.

Ma in alcuni casi sembra proprio non ci sia altra soluzione possibile.

Lo so, quando non c’è abbastanza spazio in camera da letto e, in generale, dentro casa, è proprio una tragedia! Soprattutto quando si parla di abiti, scarpe, cappotti e cambi di stagione.

“Aiuto! Dove la metto tutta questa roba?”

Ecco che quindi l’armadio a ponte si rivela davvero utile quando non abbiamo una parete abbastanza lunga per posizionare comodamente un armadio capiente e bene organizzato.

PRIMA DI PROSEGUIRE, HAI GIA’ SCARICATO LE RISORSE IN REGALO PER MIGLIORARE LA TUA CASA PASSO PASSO? LE TROVI CLICCANDO QUI.

Tuttavia, questo tipo di arredo va utilizzato in maniera molto accorta, per evitare di rovinare completamente l’aspetto della stanza.

Prima di tutto, voglio spiegarti perché l’armadio a ponte non è un arredo che amo particolarmente (e sono sicura che sarai d’accordo con me!).

Motivo estetico: l’armadio a ponte non è sempre bello.

Diciamoci la verità, gli armadi a ponte non sono sempre particolarmente belli ed eleganti da vedere.

Il loro aspetto risulta pò pesante, tozzo e per nulla gradevole, proprio per via della porzione di ponte” che solitamente viene collocata sopra il letto. Non a caso gli è stato dato questo nome, ma il ponte non è un tipo di struttura particolarmente adatta per gli ambienti di casa.

Infatti è un arredo utilizzato spesso e soprattutto nelle camerette dei bambini, o per organizzare al meglio le configurazioni sovrapposte di letti a castello.

I risultati, in questo caso, possono essere anche molto divertenti, originali e giocosi, e consentono ai bimbi di creare una sorta di “cuccia” che li fa sentire protetti e al sicuro. Ma per gli adulti non vale lo stesso discorso, anzi potrebbe risultare un pò opprimente e pesante, e tra poco ti spiegherò il motivo. 

ACCEDI ALLE RISORSE IN REGALO PER MIGLIORARE I TUOI SPAZI E VIVERLI CON BENESSERE, ARMONIA E FELICITÀ

Motivo funzionale: ha una forma un pò opprimente.

L‘armadio a ponte prevede di inserire tra due moduli guardaroba dei contenimenti orizzontali sospesi, il più delle volte sopra il letto stesso.

In questo modo risulta più difficile raggiungerli, a meno di procurarsi ogni volta una scaletta o uno sgabello, che magari non sono sempre a disposizione all’interno della camera. 

In questo caso ti consiglio di studiare nel dettaglio come raggiungere i pensili in modo comodo e agevole. Altrimenti rischi davvero di pentirti di questa scelta e vanificherai tutti gli sforzi fatti per guadagnare spazio all’interno della camera.

Inoltre, i pensili posizionati direttamente sopra il letto possono provocare una sensazione di disagio, pesantezza e oppressione sopra la testa. 

Considera, infatti, che non solo l’aspetto estetico di un arredo influisce sul nostro benessere a casa, ma anche la sua forma e la sua collocazione.

Il corpo umano degli adulti, nella maggior parte dei casi, non percepisce una sensazione di sicurezza e di relax nell’addormentarsi con oggetti pesanti appesi sopra la testa. Che siano pensili, lampadari, mensole, o altri complementi di arredo. Ed è anche piuttosto logico immaginarne i motivi!

Detto questo, a volte l’armadio a ponte è davvero l’unica soluzione possibile, proprio per mancanza di spazio all’interno della camera da letto.

Come realizzare quindi un armadio a ponte che sia allo stesso tempo utile e bello, e ci eviti una sensazione di disagio?

Il primo consiglio pratico che voglio darti, se hai la necessità assoluta di inserire un armadio a ponte in camera da letto, è di utilizzare una soluzione il più possibile leggera e minimale. Sia nella forma, che nei colori e i materiali.

Ad esempio, invece di realizzare il ponte sopra il letto con i pensili, puoi utilizzare un semplice ripiano di collegamento tra i moduli del guardaroba e utilizzare al posto dei comodini una mensola leggera.

Inoltre, ti consiglio di scegliere uno stile essenziale.

Ovviamente dovrai considerare anche lo stile degli altri arredi che hai già a casa, per evitare un effetto disomogeneo. Ma se scegli un modello troppo decorato, l’armadio a ponte sembrerà ancora più tozzo e pesante.

Evita anche i colori e i materiali troppo scuri, che producono la stessa sensazione di oppressione. Prediligi il bianco, le tonalità neutre e i materiali naturali, e vedrai che tutta la stanza acquisterà una maggiore luminosità complessiva.

Se segui questi semplici consigli, il tuo armadio a ponte avrà un aspetto molto più leggero ed elegante. Eviterai di riempire troppo la parete e di ottenere un risultato pesante o kitsch all’interno della tua camera da letto.

Infine, come alternativa, puoi pensare di realizzare un armadio a ponte su misura. In questo modo avrai un arredo completamente personalizzato, unico e irripetibile. Si adatterà alla perfezione ad ogni centimetro della tua stanza e ne valorizzerà al massimo le sue caratteristiche.

Se, oltre a come usare l’armadio a ponte, vuoi scoprire gli aspetti più importanti per rendere la tua casa bellissima e in piena sintonia con te, ricordati di scaricare qui le risorse in regalo che ti spiegano come fare in pratica.

ACCEDI AI REGALI PER TE CLICCANDO QUI